Novità giurisprudenziali 24 aprile 2019, a cura di Monica Serra.

RAGIONEVOLI ACCOMODAMENTI

Corte di Cassazione, sezione Lavoro, sentenza 7 marzo 2019 n. 6678

In caso di licenziamento per inidoneità fisica del lavoratore derivante da una condizione di handicap, ai fini della legittimità del recesso il datore di lavoro è tenuto alla previa verifica della possibilità di adattamenti organizzativi dei luoghi di lavoro, purché questi non comportino un onere finanziario sproporzionato rispetto alle dimensioni e alle caratteristiche dell’impresa e comunque nel rispetto delle condizioni di lavoro dei colleghi del lavoratore invalido.

RISARCIMENTO DEL DANNO DA DEMANSIONAMENTO

Corte di Cassazione, sezione Lavoro, sentenza 25 febbraio 2019 n. 5431

In caso di demansionamento il danno patrimoniale che ne consegue può consistere sia nel pregiudizio che deriva all’impoverimento della capacità professionale acquisita dal lavoratore e/o della mancata acquisizione di ulteriore professionalità, sia nel pregiudizio subito per perdita di chance (o di possibilità di maggiore guadagno).

Tuttavia, tale pregiudizio può essere riconosciuto in concreto solo in caso di precisa allegazione, come l’esercizio di un’attività soggetta a continua evoluzione e/o caratterizzata da vantaggi connessi all’esperienza professionale destinati a venire meno in considerazione del loro mancato esercizio per un apprezzabile periodo di tempo.

COOPERATIVE E TRATTAMENTO ECONOMICO

Corte di Cassazione, sezione Lavoro, sentenza 20 febbraio 2019 n. 4951

Ai lavorativi in regime di cooperativa deve essere garantito, complessivamente, un trattamento economico non inferiore a quello previsto per prestazioni simili dal CCNL di settore o di categoria affine e sottoscritto dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul territorio nazionale.

 
 

 Torna

Persone e Famiglia

Consumatori

Lavoro