Discriminazioni a lavoro: ecco cosa fare in caso di ritorsioni o vendette. Il Fatto Quotidiano, Annalisa Rosiello, 17 giugno 2019

Capita spesso di ascoltare persone che hanno il timore di avanzare richieste al datore di lavoro, di fare causa per rivendicare i propri diritti (retributivi o di altra natura), di denunciare condotte illecite o illegittime di capi o di colleghi, di iscriversi al sindacato, di svolgere attività politica o sindacale, di esprimere in maniera libera il proprio pensiero e orientamento ecc..

Si tratta del timore di subire ritorsioni, discriminazioni, vittimizzazioni.

Leggi tutto

Diversity management - La stretta correlazione tra tutela della salute del lavoratore e prevenzione delle discriminazioni, giugno 2019, di Annalisa Rosiello e Monica Serra

Diversity management: guardare la diversità come elemento della realtà, anche normativa, e agire di conseguenza

Le differenze sono elemento della realtà e la legislazione - da quella della sicurezza a quella antidiscriminatoria,  che qui interessano - tiene naturalmente in considerazione questo dato di fatto.

L’art. 28 del d.lgs. n. 81/2008 stabilisce che il datore ha il dovere di valutare “tutti i rischi per la sicurezza, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato…e quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza…, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione”; fin dal primo articolo del d.lgs. 81/2008, dove si esprimono le finalità della normativa sulla salute e sicurezza, si prevede la “tutela delle lavoratrici e dei lavoratori sul territorio nazionale attraverso il rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, anche con riguardo alle differenze di genere, di età e alla condizione delle lavoratrici e dei lavoratori immigrati”.

Leggi tutto

Smart-working: disciplina, opportunità e aspetti psico-sociali, di Annalisa Rosiello e Monica Serra, giugno 2019

Premessa

Nel pieno della c.d. quarta rivoluzione industriale, ogni considerazione sull’attuale mondo del lavoro non può prescindere dal tema delle nuove tecnologie: piattaforme che sostituiscono il datore di lavoro, algoritmi che esercitano il potere direttivo, strumentazioni sempre più sofisticate, big data, ecc..

In questo ambito, l’attività degli interpreti del diritto è particolarmente complessa, soprattutto perché la legislazione, ovviamente, non va al passo con le rapide e continue evoluzioni tecnologiche.

Leggi tutto

La felicità al lavoro conta - Il fatto quotidiano - di Annalisa Rosiello e Chiara Vannoni 12 giugno 2019

La recente notizia del varo, in Nuova Zelanda, di una legge di bilancio incentrata sul benessere dei cittadini ha suscitato attenzione e ammirazione: per la prima volta un Paese punta così esplicitamente su un obiettivo - l’Obiettivo - così centrale per un essere umano: il benessere, la realizzazione del proprio scopo, la felicità.

Leggi tutto

Corso PhD Politecnico di Milano Nuove tecnologie e inclusione sociale. Tutela della salute e prevenzione delle discriminazioni dei lavoratori in età avanzata e delle persone con disabilità. Dispensa in italiano, Annalisa Rosiello, Maggio 2019

Premessa

Grazie ancora della partecipazione a questo corso che, come sapete, ha due obiettivi:

  1. quello di informare i dottorandi, come ricercatori e lavoratori di oggi e di domani, sulle discriminazioni e sull’impatto psicologico e sociale delle stesse.
  2. quello di sensibilizzare chi opera nel campo della ricerca tecnologica e della gestione degli spazi e dell’organizzazione, a mettere in campo le proprie competenze a supporto delle categorie di lavoratori più fragili e, per questo, più esposti a discriminazioni.

Leggi tutto

Persone e Famiglia

Consumatori

Lavoro